Menu

Home

.

Chi Siamo

Il Museo

 
Orari e Biglietti
Visite Guidate
Didattica
Servizi Museo
.
Multimedia
Dicono di noi
 
Dove Siamo
Siddi
.
Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Il Museo

Gli oggetti esposti nel museo provengono tutti dalla casa Steri, alla cui storia sono inscindibilmente legati.L’allestimento museale affida ad una ricca documentazione scritta e iconografica (esposta sui leggii ed altri espositori), in forma di album consultabili, pannelli, schede letterarie, schede d’identificazione, gigantografie, il compito di descrivere le originarie funzioni e i relativi contesti d’uso degli oggetti e degli strumenti di lavoro.

Il Museo accoglie dal 2007 la variegata collezione etnografica del famoso pittore sardo Foiso Fois, a cui è dedicata una sala espositiva.

La cucina

La cucina costituisce forse uno degli ambienti più suggestivi di casa Steri, con le sue talvolta originali soluzioni funzionali, come lo sfiatatoio basculante sul tetto, sa forredda per arrostire la carne, i monumentali fornelli a carbone per la cottura degli altri cibi, il bancone in muratura, la nicchia per le brocche, l’impianto d'illuminazione ad acetilene. Nell’album “Il cibo raccontato” sono documentate le tradizioni alimentari di Siddi in relazione a contesti diversi del consumo quotidiano, festivo o eccezionale, e alla condizione sociale delle famiglie.

Frantoio e caseificio

Nel passato un unico locale era adibito a frantoio per olive e a caseificio. Le due attività, potevano spazialmente coesistere in quanto generalmente svolte in periodi differenti dell’anno; qui la documentazione esposta sui leggii descrive il "ciclo dell'olio" e il "ciclo del latte" e le relative attività di trasformazione.

Locale della macina

Il mulino per i cereali, così come il frantoio per le olive, era azionato da un cavallo. Questa macchina preindustriale riveste particolare interesse in quanto in Sardegna costituisce un livello tecnologico scarsamente documentato rispetto, ad esempio, alla mola domestica asinaria; viene descritta esaurientemente nell’album dedicato alla “molitura”.

La stanza del pane

Destinata nel passato a luogo del consumo familiare quotidiano e alla panificazione domestica, contiene l'esposizione de su strexu 'e venu: setacci, canestri, ceste, xiveddas di argilla, pale da forno, ecc., di varia misura e l’album che descrive il "ciclo del pane".

Sala di lettura

Nel passato stanza da pranzo e “stanza dei conti”, oggi ospita alcuni leggii con gli scritti di autori vari sulla storia e le consuetudini alimentari della Sardegna, raccolti in album consultabili.

Sala

La sala di rappresentanza con pareti dipinte negli anni venti con motivi liberty, è destinata ad ospitare "eventi" e mostre temporanee.

 

Dispensa

La vecchia dispensa, con i suoi antichi "odori" mostra i modi di conservare frutta e ortaggi.

Granai

Nel granaio piccolo, al primo piano, sono esposti i pannelli in cui si illustra la storia della famiglia, della casa e del suo recente restauro. Ospiterà l’archivio multimediale.
Nel granaio grande sono esposti gli strumenti del lavoro agricolo di proprietà dell’azienda Steri: attrezzi per la lavorazione del suolo e da presa, attrezzi da taglio e da percussione, marchi per animali, utensileria per lavori di ripristino di vario tipo. L'esposizione è corredata dalle schede di identificazione degli oggetti, degli album con testi sul "ciclo del grano" e sul "ciclo dell'uva", da gigantografie di foto d’epoca inedite.

Loggia rustica e le stallette

Negli annessi rustici, dove sono visibili le mangiatoie per i buoi, trova sede parte dell’attrezzatura per la vinificazione.


frantoio


pressa e caseificio


cucina


mulino per cereali

Associazione culturale “Museo casa Steri” presso
MUSEO DELLE TRADIZIONI
AGROALIMENTARI DELLA SARDEGNA
Via Roma, 2 09020 SIDDI (CAGLIARI)

Sito realizzato da: Riccardo Satta